Comunicato stampa: Veicoli commerciali e industriali ad aprile +11,6%

Ferrajoli coordinatore di Federauto Trucks: “Bene la reintroduzione del superammortamento ma occorre continuità d’azione per garantire il rinnovo veicolare delle imprese dell’autotrasporto”

Roma, 23 maggio 2019 – Secondo i dati diffusi oggi da ACEA, nel Belpaese nel mese scorso il mercato dei veicoli commerciali e industriali ha registrato una crescita del +11,6% rispetto allo stesso mese del 2018, cosicché il primo quadrimestre 2019 segna un incremento del +3,4% rispetto allo stesso periodo del 2018 (70.668 contro 68.321). In tale scenario, il segmento dei commerciali leggeri fino a 3,5t è aumentato ad aprile del +15,6% (+5,9% nel periodo gennaio-aprile) e quello dei veicoli medi e pesanti sopra le 3,5t ha archiviato un risultato negativo del -7,4% (-10,4% nel primo quadrimestre dell’anno).

Ad aprile a livello europeo la crescita è stata del +7,8%, sostenuta da Francia (+12,7%) e Germania (+10,1%) mentre tra gennaio e aprile il mercato è aumentato del +5,8%, totalizzando 871.100 nuove immatricolazioni rispetto alle 823.055 del primo quadrimestre 2018. Da inizio anno i principali mercati europei registrano: Germania +12,1%, Regno Unito +8,3%, Francia +6,5% e Spagna +3,8%.

Gianandrea Ferrajoli, Vice Presidente di Federauto e Coordinatore del Gruppo Trucks, ha dichiarato “Siamo soddisfatti del fatto che con il cd DL Crescita sia stato reintrodotto dal 1° aprile il superammortamento per i veicoli ad uso strumentale. Si tratta di una misura importante per continuare a sostenere gli investimenti delle imprese di trasporto mentre ci preme evidenziare che languono ancora i decreti ministeriali affinché le imprese dell’autotrasporto possano impiegare i 25 milioni stanziati dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti per procedere con gli investimenti dedicati alla sostituzione del parco mezzi. Inoltre – conclude Ferrajoli – anziché diminuire le risorse destinate agli investimenti, sarebbe stato necessario accrescere il fondo per poter sostenere più diffusamente l’acquisto di mezzi più puliti e sicuri sulle strade”.

Allegati