Benzina, prezzi in aumento dopo l’accordo raggiunto tra i Paesi dell’Opec

L’accordo raggiunto tra i Paesi dell’Opec sul taglio della produzione di petrolio ha avuto immediate ripercussioni sul prezzo della benzina. Tesi i mercati petroliferi internazionali nella giornata di ieri e, anche se oggi la situazione sembra essere rientrata, le conseguenze sul listino dei prezzi della decisione dei Paesi produttori di greggio si sono fatte sentire in alcune pompe di benzina. L’ultima rilevazione di Staffetta Quotidiana rende noto, infatti, che TotalErg ha aumentato di un centesimo al litro i prezzi consigliati di benzina e diesel.

Le medie dei prezzi comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del Ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevate alle 8 del 29 settembre, su circa 13mila impianti rendono noto quanto segue: benzina self service a 1,454 euro/litro (-0,1 cent, pompe bianche 1,430), diesel a 1,296 euro/litro (invariato, pompe bianche 1,273); benzina servito a 1,558 euro/litro (-0,1 cent, pompe bianche 1,474), diesel a 1,404 euro/litro (-0,1 cent, pompe bianche 1,317); gpl a 0,535 euro/litro (-0,1 cent, pompe bianche 0,518), metano a 0,977 euro/kg (-0,1 cent, pompe bianche 0,967).

Seppur al momento la situazione sembra essere sotto controllo gli effetti più pesanti in termini di rincari dell’accordo Opec dovrebbero arrivare, secondo gli esperti, tra il 2017 e il 2018.

Allegati