Riviste le stime di crescita dell’Italia: ok del Cdm all’aggiornamento del Def

Il Consiglio dei ministri ha approvato la nota di aggiornamento del Def (Documento di Economia e Finanza), rivedendo le stime di crescita diramate ad aprile scorso. Secondo l’ultima revisione la crescita dell’Italia, nel 2016, sarà dello 0,8% e non più dell’1,2% mentre le stime per il 2017 parlano di un incremento del Pil dell’1% e non più dell’1,4. Il rapporto deficit/Pil, sarà del 2,4% nel 2016 e del 2% nel 2017, con una possibile estensione dello 0,4%.

La crescita dunque, seppur confermata, è stata ridimensionata rispetto alle previsioni di primavera. Sempre secondo l’ultimo aggiornamento del Def, inoltre, il Debito sarà di 132,8% nel 2016 e calerà a 132,2% nel 2017 (la stima precedente era di 130,9). I dati diffusi da Palazzo Chigi sulla Nota di aggiornamento, infine, differiscono da quelli resi noti negli scorsi giorni dall’Istat che parlavano di un debito del 132,2% del Pil per l’anno in corso.

Allegati