Studio AlixPartners: nei prossimi 10 anni le vetture elettriche ed ibride saranno protagoniste del mercato

Un recentissimo studio di AlixPartners stima che nei prossimi 15 anni le auto elettrificate domineranno i propulsori convenzionali. A partire dal 2020 si ridurrà il divario tra le vetture ibride e quelle con alimentazioni tradizionali e le auto elettriche di piccole dimensioni diventeranno sempre più convenienti. Si profila, invece, una caduta dei motori diesel che perderrano gradualmente quota, poiché dopo il 2030 non saranno più convenienti da un punto di vista dei costi, delle emissioni e delle penalizzazioni per la circolazione stradale, soprattutto in ambito urbano. 

Secondo lo studio, infatti, le emissioni di ossidi di azoto dei veicoli si sono ridotte del 40% nel passaggio dalle vetture Euro 3 a quelle Euro 6, ma nell’uso su strada i veicoli diesel ancora oggi emettono ossidi di azoto 5-7 volte superiori ai limiti di legge e dalle 3 alle 7 volte superiori rispetto ai dati di omologazione. Si prevede, quindi, che nel 2030 il mix di propulsori auto europei alternativi andranno a sostituire in modo significativo quelli convenzionali, con al primo posto i motori idridi a benzina (28%), seguiti da quelli a benzina (25%), dai veicoli elettrici (20%), dagli elettrici plug-in (18%); in coda i diesel con una quota residuale del 9%, marginali i veicoli a celle a combustibile.

Allegati