Osservatorio Auto Findomestic: Per l’84% degli italiani auto connessa sinonimo di sicurezza e comfort

L’Osservatorio Auto 2016 di Findomestic, pubblicato negli scorsi mesi, evidenzia la buona predisposizione degli italiani nei confronti dei progressi tecnologici applicati al settore “Automotive”. Il rapporto annuale ci svela che la vettura connessa, per gli automobilisti del Belpaese, è da considerarsi “progresso in termini di comfort (84% vs 83% della media mondiale)” oltre a “un mezzo per risparmiare tempo (83% vs l’81% della media mondiale)”.

Sempre secondo quanto reso noto dai dati diffusi dall’Osservatorio Auto 2016, l’utilizzo di strumenti di connettività per il guidatore è, ormai, un’abitudine ben radicata.

“L’86% degli automobilisti a livello mondiale, il 90% nel nostro Paese, dichiara, infatti, di ricorrere ad un supporto alla guida per pianificare i propri spostamenti”, spiega ancora l’Osservatorio Auto 2016. “In Italia lo strumento di navigazione più utilizzato è lo smartphone, indispensabile per l’81% degli automobilisti a fronte di una media mondiale del 69%”, aggiunge Findomestic.

Per quanto riguarda, invece, il valore aggiunto della connettività nel settore automotive, per l’89% degli intervistati “è strettamente correlata ad evitare furti ed a gestire al meglio i tagliandi dei veicoli, ma anche la sicurezza di poter rilevare ostacoli e pedoni è un vantaggio rilevante per l’86% degli automobilisti. Dati che non discostano da quelli rilevati in Italia e nei principali Paesi europei”.

Infine: “L’auto connessa piace ma per il 53% degli automobilisti a livello mondiale (45% in Italia) non è uno stimolo sufficiente ad incrementarne l’utilizzo, anzi per il 13% degli Italiani sembra essere un incentivo ad usare meno frequentemente la vettura”, si legge sull’Osservatorio Auto 2016.

Per accedere al Portale del Partner Findomestic clicca qui.

Per accedere all’Osservatorio Auto Findomestic clicca qui.

Allegati