flash news

Sistri: abolito dal 1° gennaio 2019

Il decreto legge “Misure urgenti in materia di semplificazione e sostegno alla sviluppo”, approvato dal Consiglio dei Ministri del 12 dicembre scorso e in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, prevede all’art. 6 la cancellazione dell’attuale sistema di tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), a partire dal 1° gennaio 2019, e del pagamento dei relativi contributi.

Fin quando non sarà operativo il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti gestito direttamente dal Ministero dell’Ambiente, le imprese dovranno continuare ad utilizzare ancora il sistema cartaceo, basato su FIR, registri e MUD.

“Il Sistri è stato uno dei più grandi sprechi nella gestione dei rifiuti speciali – ha detto il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa – un sistema mai entrato effettivamente in funzione, che però ha comportato costi sostenuti dalle imprese coinvolte e dallo Stato, che hanno superato i 141 milioni di euro dal 2010 ad oggi”. Il nuovo Sistri, gestito direttamente dal Ministero dell’Ambiente, costerà circa 3 milioni di euro l’anno.