flash news

Novità Sistri contenute nella legge di Bilancio 2018

La legge di bilancio 205/2017 ha previsto la proroga a fine 2018 del periodo transitorio (previsto dal D.L. 101/2013) in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonché le relative sanzioni.

Dunque, in attesa della definitiva entrata in funzione del Sistri, continua ad applicarsi il cd. doppio binario che prevede la tenuta dei registri in modalità cartacea e, per gli obbligati, anche con il sistema informatico.

Durante questo periodo non si applicano le sanzioni per mancata o errata tenuta del registro cronologico o della scheda Sistri ma l’iscrizione al sistema di tracciabilità dei rifiuti rimane obbligatoria e sono previste sanzioni (anche se ridotte del 50%) per la mancata iscrizione e per l’omesso versamento del contributo.

Inoltre, in materia di contributi la legge ha stabilito anche i criteri che il Ministero dell’Ambiente deve rispettare nella definizione, che avverrà con apposito Decreto, delle procedure per recuperare i contributi dovuti per il Sistri e non corrisposti e per le richieste di rimborso o di conguaglio da parte degli utenti del sistema. Il rispetto di tali procedure e la regolarizzazione della posizione contributiva, porteranno all’estinzione della sanzione di cui all’articolo 260-bis, comma 2 senza il pagamento degli interessi.

Infine, il Tar del Lazio, in considerazione della complessità della vicenda, ha rinviato dal 24 gennaio al 9 maggio 2018 la discussione sulla legittimità dell’aggiudicazione della gara CONSIP per l’affidamento del Sistri al nuovo concessionario.