flash news

Studi di settore, online il software dell’Agenzia delle Entrate

In attesa che gli Studi di Settore vengano aboliti (come previsto dal decreto fiscale 193/2016 approvato negli scorsi giorni) e sostituiti da nuovi indici di affidabilità fiscale, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto di aver messo a disposizione dei contribuenti il software “Segnalazioni 2016”, utile per verificare incongruità e intervenire per tempo ottenendo, così, sanzioni ridotte. Questo nuovo tool rientra nell’ottica della strategia del “Fisco amico”.

“Novità per i contribuenti soggetti agli studi di settore. Sul sito delle Entrate è infatti da oggi disponibile Segnalazioni 2016 – spiega l’Agenzia delle Entrate in un comunicato stampa – il software con cui il contribuente può segnalare all’Agenzia eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti. Grazie al software viene semplificata la fase di comunicazione e confronto tra contribuenti e Amministrazione finanziaria”.

Inoltre, a partire dal 30 novembre, i contribuenti hanno a disposizione, nel proprio cassetto fiscale, i modelli degli studi di settore presentati per il periodo d’imposta 2015 e “l’esito relativo allo stesso periodo d’imposta dell’applicazione degli studi di settore, ricalcolato sulla base dell’ultima versione del software Gerico pubblicata”, continua l’Agenzia. “Sullo stesso sito delle Entrate, infine, sono pubblicate le statistiche dei dati degli studi di settore, dichiarati dai contribuenti, aggiornate al 2015. Adesso, utilizzando una semplice applicazione, gli utenti potranno conoscere il numero delle posizioni, i ricavi o i compensi dichiarati e la percentuale di contribuenti congrui e non. Le interrogazioni possono essere effettuate per anno, macrosettore e tipologia di dichiarazione presentata o per singolo studio di settore”.

Infine, sempre sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile un’utile “Guida alla compilazione”.

Allegati