flash news

SISTRI: si parte il 3 marzo 2014

Con la legge 27 febbraio 2014, n. 15 di conversione del Dl 150/2013  – il cd “Dl Milleproroghe” – pubblicata sulla Gu del 28 febbraio e in vigore dal 1° marzo 2014 resta confermata la data del 3 marzo 2014 per l’applicazione del sistema di tracciabilità elettronica dei rifiuti (SISTRI) da parte dei produttori di rifiuti speciali pericolosi mentre con il nuovo comma 3-bis all’art. 10 viene differito al 31 dicembre 2014 solamente il termine di entrata in vigore delle sanzioni per la violazione degli adempimenti connessi alle disposizioni sul Sistri.

Pertanto fino al 31 dicembre 2014 le aziende obbligate opereranno con il doppio regime adempimentale (cartaceo e informatizzato), considerando, però, che solo le sanzioni relative ai vecchi adempimenti cartacei (FIR e Registri di carico e scarico) potranno trovare applicazione mentre quelle relative al Sistri si applicheranno dal 1° gennaio 2015.

In riferimento alle notizie concernenti l’emanazione di un Decreto del Ministero dell’Ambiente, del Territorio e della Tutela del Mare, il Ministero stesso ha comuncato che il 28 febbraio 2014 ha diramato uno schema di Decreto che, in caso di approvazione senza modifiche rispetto alla bozza circolata, escluderebbe dall’obbligo di iscrizione al Sistri gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi fino a 10 dipendenti. Si precisa, comunque, che detto Decreto sarà efficace solo con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.


Allegati